Think Thanks
Home  /  web strategy  /  blog  /  Istituto Italiano di Cultura di Parigi: un omaggio a Umberto Eco

Istituto Italiano di Cultura di Parigi: un omaggio a Umberto Eco

Il giorno 30 marzo, ad ormai un anno dalla sua scomparsa, esponenti del panorama intellettuale francese ed italiano si sono incontrati all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, per ricordare Umberto Eco.

Erano presenti, per l’occasione, amici e colleghi del grande semiologo, filosofo e scrittore italiano, tra cui la traduttrice Myriem Bouzaher, il semiologo Paolo Fabbri, il suo storico editor Mario Andreose, gli editori Jean Claude e Nicky Fasquelle, lo scrittore e traduttore Jean Noël Schifano, e Danco Singer, esperto di editoria multimediale.
Quest’ultimo, tra l’altro, coresponsabile, insieme a Umberto Eco e a Rosangela Bonsignorio, della nascita del famoso Festival della Comunicazione.

Era, infatti, settembre 2013, quando fu messa a punto l’idea di un Festival a cadenza annuale; il grande ed ormai consolidato evento di spessore nazionale nasceva, dunque, a quell’epoca, da una bozza appuntata su di un tovagliolo di carta. A tal proposito, l’omaggio a Umberto Eco è anche l’occasione per render noto l’appuntamento per la quarta edizione del Festival, che si terrà sempre a Camogli da giovedì 7 a domenica 10 settembre. Il tema della comunicazione, molto caro ad un filosofo che non ha mai perso di vista il contatto con la realtà, ma che anzi ha fatto di esso elemento strutturale ed indispensabile di ogni buon filosofare, trova quindi ancora spazio, nonostante la triste scomparsa del suo padrino, a testimonianza del fatto che un contributo come quello di Umberto Eco non può che continuare a diffondere la sua risonanza. Macrotema a cui è dedicata questa quarta edizione, è quello de Le connessioni, che con la comunicazione non solo è strettamente legato, ma di cui è anche imprescindibile presupposto. Le connessioni, infatti,sono la trama che intesse non solo il mondo del linguaggio, come facilmente intuibile e come approfondito da un semiologo di tal spessore, ma anche l’intero mondo stesso: "basta che muoviamo un solo dito per alterare tutti i rapporti nell'universo, per esempio la posizione reciproca di tutti i corpi, sublunari e celesti, rispetto al mio dito" (Sugli specchi, p. 199).

Ed allora, coerentemente con il format del Festival e con l’argomento stesso che ne farà da padrone, le giornate ad esso dedicate saranno caratterizzate da molteplici attività, quali conferenze, dialoghi, tavole rotonde, interviste, laboratori, spettacoli, escursioni, mostre e installazioni: gli strumenti più disparati, legati tutti da un fil rouge che vuol dimostrare che “a voler trovare connessioni se ne trovano sempre, dappertutto e tra tutto, il mondo esplode in una rete, in un vortice di parentele e tutto rimanda a tutto, tutto spiega tutto...” (Il pendolo di Foucault, p. 491). Si impegneranno a questo scopo 110 ospiti, tra i quali blogger, esperti di comunicazione, top manager, musicisti, linguisti, scrittori, direttori di giornali e tv, filosofi, storici, economisti, semiologi, scrittori, scienziati, e così via. Tra questi il divulgatore scientifico Piero Angela e lo pasicoanalista Massimo Recalcati, affezionati partecipanti al Festival, accompagnati da new entry come il politico Walter Veltroni, il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone, il regista e sceneggiatore Pif, lo stilista Brunello Cucinelli, gli attori Nicoletta Braschi e Claudio Bisio, e molti altri.

 

Il Festival della Comunicazione è organizzato dal Comune di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria, il Teatro Sociale di Camogli, l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, l’Ente Parco di Portofino, l’Area Marina Protetta di Portofino, il Talent Garden di Genova, l’Università degli Studi di Genova, l’Università degli Studi di Pavia, la Scuola Holden e il Gruppo editoriale Mauri Spagnol.

Mediapartner dell’evento sono: RAI, La Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, WIRED.

Tutte le iniziative del festival sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento posti.

 

Informazioni: www.festivalcomunicazione.it

Il materiale iconografico è disponibile in formato digitale al link dropbox: http://bit.ly/2nWNTbb

Facebook: FestivalComunicazione – Twitter: FestivalCom

Instagram: festivalcomunicazione – Canale Youtube: FestivalComunicazioneit 

Ufficio stampa Delos: 02.8052151 –  delos@delosrp.it

← Indietro

web strategy

COBRAND Intervista a Lucio Iaccarino sul Marketing delle P... MARKETING DELLE PROFESSIONI A POMIGLIANO Boncompagni Maestro della TV Primarie PD: Un uomo solo al comando. Maria De Filippi nu jeans e na maglietta.
gallery

network

© 2013 thinkthanks
Informativa cookie
spagnolo
inglese
italiano